Alimentazione
Alimentazione per l’estate: cibi rinfrescanti e cibi da evitare

alimentazione_estiva_litelife

L’estate è la stagione in cui è più importante mantenere idratato il proprio organismo ed aiutarlo a raggiungere e mantenere l’equilibrio che regola la temperatura corporea.

Con il caldo torrido, le giornate afose, gli elevati livelli di umidità che fanno percepire una temperatura ancora maggiore, è necessario preservarsi e fare molta attenzione anche agli alimenti che mangiamo.
Infatti, un’alimentazione adeguata consentirà di contrastare la calura e reintegrare i liquidi e i sali minerali che si perdono con la sudorazione.
È fondamentale tenere conto del fatto che si perdono molti più liquidi del solito a causa della traspirazione, per cui bisogna puntare a cibi con alto contenuto d’acqua.

Non tutti i cibi sono però adatti. Ci sono i cibi che rinfrescano e quelli che ci fanno sentire ancora più caldo, per cui occorre fare una selezione mirata e prepararsi ad affrontare l’estate anche dal punto di vista dell’alimentazione. Per essere sicuri di seguire la giusta dieta rinfrescante, potete rivolgervi anche ai nostri qualificati nutrizionisti e dietologi che sapranno definire il corretto regime alimentare per l’estate.

In questo articolo, vi consigliamo alcuni degli alimenti a cui non rinunciare per sopravvivere all’afa estiva e quelli da evitare se non si vuole alzare ulteriormente la temperatura corporea.

Cibi che rinfrescano

  • Cetrioli: sono tra gli alimenti più rinfrescanti perché contengono tanta acqua e sono ottimi per contrastare la sete. Perfetti se preparati all’insalata con un po’ d’olio e sale.
  • Anguria: per la maggior parte composto d’acqua, questo frutto non solo disseta e mantiene bassa la temperatura dell’organismo, ma calma la fame grazie alla sua quantità di zuccheri.
  • Albicocche: tra i cibi migliori da assumere per affrontare l’estate, non solo contiene acqua, ma è ricco di sali minerali come magnesio, calcio e fosforo e ha alte quantità di vitamina A. Consigliato specialmente a donn e bambini, perché aiuta il trasporto del ferro.
  • Erba cipollina: i suoi fiori sono ricchi di minerali e vitamine e ha proprietà depurative, antisettiche e digestive. Va consumata cruda per sfruttare al meglio le sue qualità.
  • Verdure a foglia verde: armatevi di spinaci, broccoli e cavoli e preparate soprattutto tante insalate. Questi alimenti sono ricchi di calcio e aiutano la termoregolazione.
  • Cereali integrali: contengono quasi tutti alte quantità di magnesio, che aiuta a mantenere costante la temperatura del corpo. Consigliamo soprattutto orzo, farro, grano saraceno, quinoa, segale.

Cibi che riscaldano

Alcolici: anche se freddi, danno solo la sensazione di dissetare, ma in realtà contribuiscono a disidratarci. Sono vasodilatatori, quindi gonfiano le vene e riscaldano la pelle, amplificando la sensazione di calore. Sono molto calorici e impediscono la dispersione del calore.
Insaccati: con elevate quantità di sale, sono controindicati perché il sodio trattiene i liquidi e aumenta il gonfiore del corpo.
Formaggi stagionati: calorici e anch’essi con alte quantità di sale, trattengono i liquidi e gonfiano la pancia.
Bibite gassate: sono generalmente ricche di zuccheri e molto caloriche. Non dissetano come l’acqua e sono difficili da smaltire.

Alcune regole da seguire

In generale, è bene seguire alcune indicazioni per mangiare in modo corretto durante l’estate e refrigerarsi per affrontare le giornate calde.
Se seguirete alcune regole semplici da ricordare, potrete sopravvivere all’afa senza troppe difficoltà!

Regole

Bere molta acqua: è sempre bene bere, in qualunque periodo dell’anno, ma d’estate è ancora più necessario idratarsi. Almeno 2 litri d’acqua, se non addirittura 3, al giorno sono fondamentali per reidratarsi. Anche se non sentite la sensazione della sete, bevete. La potete assumere anche attraverso verdure e frutta, alimenti ricchissimi di acqua.
Assumere sali minerali: potassio, sodio e magnesio sono i sali minerali più importanti. Li potrete trovare sempre in frutta e verdura, che potete assumere come centrifugati o frullati, ma anche in integratori.
Evitare cibi pesanti: alimenti fritti, grassi, molto conditi e in generale troppo elaborati rendono difficoltosa la digestione, affaticandovi. Inoltre, contengono molto sale che, come detto, trattiene liquidi.
Fare pasti frequenti: meglio mangiare poco, ma spesso e, naturalmente, con pasti leggeri. Tre pasti principali e due spuntini sono l’ideale per non appesantirsi.